Concorso di idee per la riqualificazione di dieci aree urbane periferiche - Barcellona (Me)

Ente Banditore:
Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo - Direzione Generale Arte e Architettura Contemporanee e Periferie Urbane

Oggetto:
Concorso di idee per la riqualificazione di dieci aree urbane periferiche
AREA 01: Comune di Barcellona Pozzo di Gotto (ME)   "Quartiere di via del Mare"

RTP
Giuseppe Ielo
Giovanna Ielo


tavola1

 

 Il quartiere di Via del mare” è un’area degradata e abbondonata del comune di Barcellona Pozzo di Gotto (Messina), oggetto di una riqualificazione urbana. Il quartiere è costituito da alloggi popolari, dalla presenza di un complesso scolastico suddiviso in due plessi e da un parco a essi adiacente. Oggi, l’attuale area del quartiere appare fatiscente e socialmente emarginate, perciò, l’obiettivo dell’intervento è quello di ridurre non solo lo stato di degrado della città ma anche quello di disagio dei cittadini. La valutazione dello stato di fatto ha evidenziato alcune problematiche con maggiore urgenza di risoluzione cui la proposta mira, in linea con i criteri guida fissati. Elementi di lotta al degrado e alla marginalità sociale.

tavola3
Le soluzioni adottate per correggere le criticità riscontrate riguardano tre ambiti principali:
- accessibilità: riorganizzazione della viabilità carrabile, percorsi protetti, parcheggi;
- tecnologica: videocamere wireless, nuova illuminazione, stazione di ricarica fotovoltaica, panchine smart;
- coesione sociale: parco giochi, aree ricreative (tavoli scacchi e campo bocce), aree collettive (gazebo e panchine), riqualificazione del verde.

primo render barcellona

Il miglioramento di accessibilità dell’area si ha a seguito di un insieme coordinato di interventi per l’ottimizzazione delle condizioni della circolazione stradale nell'area interna del quartiere al fine di riorganizzare la viabilità. L’intervento è occasione per un ridisegno della viabilità pedonale e ciclabile con l’inserimento di un percorso pedonale protetto, realizzato con materiali che permettano la permeabilità del suolo delle aree interessate al percorso, che interesserà il fronte parco. Per un maggiore fruizione dell’area, sono stati modificati i versi di percorrenza e i sensi di marcia e si sono inseriti un numero adeguato di parcheggi a servizio dell’area.
Il miglioramento tecnologico dell’area si ha seguito della realizzazione di una nuova illuminazione stradale, che utilizza lampioni intelligenti a risparmio energetico (identificati come punti d’accesso hotspot) che permettono, attraverso una semplice antenna, la distribuzione di rete internet ovunque prevendendo una riduzione del 40% di consumo dell’energia annua. Di notevole importanza è l’inserimento di panchine smart, che offrono la possibilità di ascoltare musica, ricaricare smartphone e tablet, illuminarsi e raccogliere dati ambientali. Per ricaricare bici elettriche ma anche dispositivi dotati di cavo USB si è incluso anche nel progetto la costruzione di una stazione di ricarica solare verticale. Inoltre, l’intervento permette di proteggere i cittadini da soggetti a rischio di esposizione di attività criminose grazie all’inserimento di sistemi di videosorveglianza wireless di ultima generazione.
Lo sviluppo della coesione sociale è dovuto non solo alla realizzazione di aree verdi come aiuole condominiali (campanule,achillea,phlox,diantus,gaillardia,saponaria), piantumazioni (ginestra, fiori di arancio, mandorla, ulivo, salice) e un orto di quartiere condiviso, dove gli inquilini dei diversi stabili possono coltivare insieme ma anche per la creazione di un campo sportivo per il gioco delle bocce, una zona scacchi per le utenze più anziane, e un chiosco per musica e animazione.
Per riqualificare il parco del quartiere, si è deciso di suddividerlo in tre aree. La prima destinata alla costruzione di un parco-giochi ecosostenibile per i bambini delle scuole dell’infanzia e primaria e per questo protetta da una recinzione. La seconda destinata alla realizzazione di una palestra all’aperto per svolgere attività sportiva e produrre energia green. La terza destinata al miglioramento dell’anfiteatro presente, utile per eventi culturali, concerti ma anche recite scolastiche. Per valorizzare il verde pubblico e svolgere diverse attività all’interno del parco, si è deciso di rifare il tappeto erboso presente e piantare un grande numero di alberi, aiuole e siepi. Il parco diviene quindi un’area di gioco, fitness e relax per tutte le utenze.

sesto render barcellona


Il progetto prevede inoltre degli interventi che modificano l’aspetto geometrico e donano al quartiere una forma più armoniosa: il rifacimento della sede stradale utilizzando un asfalto di tipo drenante; lo smonto e il rifacimento della pavimentazione del marciapiede adoperando una pavimentazione in masselli autobloccanti drenanti in calcestruzzo e il rifacimento dei muri di recinzione con sistema innovativo di cassero a vista a perdere per velocizzare la costruzione.

settimo render barcellona

 


 

Se desideri un preventivo o per qualsiasi informazione clicca qui ->     contatti

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione